Archivio

Archive for novembre 2009

Can Music Be Free? Parla Robin Kent

Robin Kent fondatore di Rebel Digital risponde ad alcune domande sul futuro del music business

Q: Is ad-supported music dead?
A: I think the overall picture is that it’s not really been tested yet. First. the internet advertising market has not gone in the direction that people have predicted. Digital might have overtaken TV ad spend in the UK but it’s a long way off from doing that in the US – perhaps a decade away. Everyone was predicting that by now the US would be getting to $40 billion, not $25 billion. So there has to be a paradigm shift in the type of advertising being used. Branded advertising has to make a major breakthrough. Until then it will be difficult for any site to attract big advertising at big prices.

Q: Why is there enough ad money to support some kinds of sites but not music services?
A: The problem with advertising is that the majority of the money goes to search – in the US 70% of ad dollars go to the top 10 sites – Google, MSN, AOL etc – and something like the top 89% of the ad dollar 25 billion goes to the top 50. So for a startup site to be able to deliver significant ad dollars is impossible regardless of what types of models.
Because advertising is done by computers these days, if you can’t sustain a site on network advertising things will be tricky. The networks are buying everything at the lowest possible rates. A good CPM (cost per thousand) would be 70 cents in the US. If you have a website with a lot of ad space you’re pretty much filling your site with network ads and you’re in the sub dollar range – if you’re a big site with a lot of impressions you’re using a lot of Google AdSense dollars coming in at 4 or 5 cents then your average CPM drops below 50 cents. Think about that on a 99 cent song and you see the problem. If you have a model that works in that environment you have an opportunity.

Leggi il resto da Music Ally

Idea di marketing per il nuovo album RHCP

L’altro giorno mi hanno chiesto quando sarebbe uscito il nuovo album dei Red Hot Chili Peppers…chi lo sa? fine 2010?

Allora mi sono messo a pensare a quale potrebbe essere una strategia di marketing per l’uscita dell’album e mi è venuta un’idea.

Siccome i Red Hot Chili Peppers sono una band universale, amata soprattutto dalla gente che suona (chitarra, basso, batteria poco importa) ho pensato a questo:

Singolo di lancio

Mettere in free-download 4 settimane prima dell’uscita del primo singolo, la traccia del singolo esclusivamente del basso. La settimana dopo la traccia in mp3 solo della chitarra, quella dopo ancora della batteria e infine quella della voce.

Gli utenti avranno di che parlare per un mese prima di ascoltare il singolo nella sua interezza (e “giocheranno” a costruirlo attraverso quei 4 mp3 degli strumenti). In più si può allestire un concorso su youtube, dove gli utenti possono riprendersi mentre suonano le 4 differenti tracce, i migliori (votati come tutti i contest online su youtube) finiranno nella Youtube-Version del videoclip del singolo.
Finite queste quattro settimane il singolo uscirà nella sua versione definitiva/completa vendibile su iTunes e tutti gli store digitali.

Album
Dopo 2/3 settimane uscirà l’album. L’album sarà disponibile in più versioni:
– Standard (album standard +- 15€)

– solo basso (3€) (+ tabs)
– solo chitarra (3€) (+ tabs)
– solo batteria (3€) (+ tabs)
– solo voce (3€) (+ testi)

– basso+chitarra+voce (8€) (per i batteristi)
– basso+batteria+voce (8€) (per i chitarristi)
– basso+chitarra+batteria (8€) (per i cantanti)
– chitarra+voce+batteria (8€) (per i bassisti)

– Deluxe Edition – 40 € (con tutto)

La release standard (e deluxe) saranno anche in formato fisico, le altre invece saranno acquistabili solo online. Ogni release darà possibilità di Augmented reality o all’interno del booklet (standard/deluxe con la band al completo), le altre a seconda dello strumento in questione offriranno augmented reality differenziato, in poche parole all’interno del pack scaricabile ci sarà anche un’immagine da stampare per accedere all’AR.

Può sembrare un’idea un po’ strana e impraticabile (e forse lo è…), ma chissà…

La strategia perfetta per il web marketing – Musica

Da Made

I 10 migliori spin-off di Spotify

In molti conosceranno le centinaia di spin-off, siti paralleli e applicazioni correlate a Twitter, ma anche il servizio di streaming Spotify sta collezionando un bel numero di spin-off, vediamo i migliori (secondo musically.com).

Topsify
Your Spotify
Xpandify
SpotiChart
SpotifiTunes
Spotify Collection
Spotify.fm
Fire Spot
Spotibot
Spotify Hunted4

I migliori siti di Music / Trend Analytics

Per il marketing musicale 2.0 è fondamentale analizzare i dati, questi siti sono fra i più utili

Rockdex
BandMetrics
Google Analytics
NextBigSound
Trendrr
TopSpinMedia
Radian6
Soundout

SoundCloud: arriva l’applicazione iPhone

SoundCloud,il sito di condivisione audio che è orientato verso coloro che lavorano nel settore della musica, ha rilasciato un’applicazione dedicata iPhone.

Soundcloud-iPhone costa 0,79€/0,99$ è già disponibile nell’ Apple Store e permette agli utenti di navigare e ascoltare brani del proprio account SoundCloud inviati direttamente sul proprio iPhone. Interessante la possibilità di condividere l’indirizzo di un determinato brano a tutti i contatti iPhone, aumentando la condivisione.

Fight Dragons: fare 10.000$ in 48h (senza label)