Archivio

Posts Tagged ‘gratuito’

Gli Angels & Airwaves e l’album gratuito

gennaio 28, 2010 3 commenti

Le vendite e il successo degli Angels & Airwaves sono in calo e quindi giusto tentare il tutto per tutto. La band dell’ex Blink 182 Tom DeLonge ha deciso infatti di rilasciare gratuitamente il prossimo disco direttamente sul loro sito web (uscirà a San Valentino).

Ecco i dettagli (dal Blink182Forever, via Billboard)

DeLonge ha speso circa 500.000$ dei suoi soldi per finanziare il processo. Ma l’artista spera di recuperare attraverso gli sponsor, i tour, il merchandising, brani e video esclusivi sul sito Web della band e vendendo una versione deluxe di “Love” con 30 minuti di materiale esclusivo in più.

Stiamo ridefinendo il business della musica“, ha detto DeLonge, che ha finito un tour lo scorso autunno con i Blink-182. “E penso onestamente che diventeremo 10 volte più grandi grazie a questo“.

“DeLonge ha inizialmente proposto alla casa discografica l’idea di far uscire l’album gratuitamente. Ma “ci sono certi costi che non avrebbero potuto nascondere sotto il tappeto”, ha detto. Dopo aver fallito le negoziazioni, la Geffen ha accettato di permettere agli Angels & Airwaves di auto-prodursi “Love”.

“Love” si potrà scaricare gratuitamente sul sito Web degli Angels & Airwaves e una versione deluxe dell’album sarà venduta nei negozi fisici e online, tra cui iTunes, per circa 5-10$. La data di uscita della versione deluxe non è stata ancora definita.

“Per aiutare le vendite e promuovere l’album, gli Angels & Airwaves hanno scelto come partner Live Nation, Fuel TV e Hurley, insieme ad altri, per includere il link per il download nei loro siti Web e inviare un’e-mail ai propri clienti. Secondo DeLonge, in questo modo si raggiungerebbero circa 55 milioni di persone.

DeLonge spera che ci siano almeno 20 milioni di download del loro album gratuito. La sua intenzione è quella di esporre la musica degli Angels & Airwaves a più persone possibili, con l’idea che questi nuovi fan ritornino sul sito Web della band, implementato grazie a Modlife, e comprino il merchandise o si registrino con un account premium, che costa 6.95$ al mese e dà accesso ai biglietti in anticipo e a contenuti digitali.

Se solo il 5 per cento di quei 20 milioni torna e interagisce con la piattaforma di Modlife, che fa girare il nostro sito Web, i ricavi supererebbero di molto quello che avremmo guadagnato attraverso una casa discografica“, ha detto DeLonge. “Credo che la musica possa essere come un biglietto da visita e se la gente lo apprezza, torna indietro e compra un numero di cose dalla tua band”.

Play.me il servizio streaming di Dada

Da Rockol

Dada Entertainment, avamposto americano della società italiana di mobile entertainment partecipata da RCS, ha appena lanciato negli Stati Uniti un servizio di streaming musicale “ibrido” per Internet e telefonia mobile. Battezzata Play.me, la nuova piattaforma è fruibile sul Web in due versioni differenti: gratis, e senza inserzioni pubblicitarie, permette di accedere a 10 ore di musica in streaming al mese con un download in omaggio a settimana; a pagamento, in cambio di 10 dollari al mese, offre accesso illimitato al catalogo in streaming e 5 download gratuiti senza DRM. L’accesso al servizio attraverso telefono cellulare avviene invece grazie a un’applicazione Android disponibile sull’Android Market di Google (che ha presentato ieri il suo attesissimo smartphone, Nexus One); applicazioni per iPhone e BlackBerry dovrebbero essere disponibili nell’arco di qualche settimana. Il catalogo iniziale accessibile su Play.me comprende 2,5 milioni di brani musicali, forniti dalle major discografiche (con l’eccezione di Warner Music) e dai distributori/aggregatori di musica indipendente IODA, The Orchard e Beggars Group

conitnua a leggere su Rockol

FreeAllMusic: download gratuito (e pubblicità personalizzata)

da Rockol

Da Atlanta, Georgia, è in arrivo una nuova piattaforma di musica digitale che permette agli appassionati di musica residenti negli Stati Uniti di scaricare gratuitamente (e di conservare permanentemente) file audio legali in formato Mp3. Il servizio, FreeAllMusic, si sostiene finanziariamente grazie al denaro degli investitori pubblicitari, che in questa prima fase di test includono marchi come Coca-Cola, Warner Bros. Television e LG. E’ lo stesso utente che, dopo essersi registrato, sceglie il proprio “sponsor” personale prima di effettuare ogni download, accettando di visionare un breve messaggio pubblicitario.
.
.
.
continua a leggere su Rockol

The Gossip: banner con mp3 gratuito

dicembre 27, 2009 2 commenti

Navigando, fin troppo, ogni tanto mi imbatto in interessanti nuove forme pubblicitarie. Oggi mentre leggevo una recensione di un disco ho notato sulla destra un banner animato bello grande di forma quadrata con scritto “Passa il mouse sopra e scopri cosa ti aspetta”. Ovviamente incuriosito (non sono uno di quelle che casca a tutte le mille promozioni-fake dei banner e…) passo sopra il mouse e automaticamente il banner si trasforma in un conto alla rovescia…3…2…1. Dopo di che si ha la possibilità di scaricare gratuitamente un mp3 (un remix) (linka al sito gossipyouth.com). Bell’idea sicuramente

Guvera: download gratuito sponsorizzato

Sta nascendo un nuovo servizio (EMI ha già firmato) di musica digitale (ormai ho perso il conto…). La peculiarità di Guvera è che il servizio offre download gratuiti, grazie a finanziamenti di sponsor esterni.

Citando la news su Rockol

“in luogo dei tradizionali spot allegati al download Guvera offre una serie di canali musicali “sponsorizzati” da marchi commerciali a cui, una volta effettuata la ricerca per brano o per artista, l’utente viene indirizzato per il download; è lo stesso consumatore, a quel punto, a decidere a quale canale rivolgersi. L’utente non viene disturbato nell’operazione di “scaricamento” mentre alle aziende sponsorizzatrici il servizio offre maggiore libertà di manovra, consentendo loro di arricchire il proprio canale con video, loghi, immagini e link a siti istituzionali, di selezionare canzoni e artisti in linea con la propria filosofia di comunicazione e di marketing e di analizzare composizione demografica e comportamenti di acquisto degli utenti. Ogni download dal canale produce il pagamento del prezzo da parte dello sponsor, di cui una quota spetta alle case discografiche e, per loro tramite, agli artisti. “Modellando l’offerta musicale sul tipo di brand invece di piazzare semplicemente degli spot, Guvera crea un modo nuovo per venire incontro alle esigenze di tutte le parti interessate”, sostiene l’ad di IODA Kevin Arnold. Il servizio, lanciato negli Stati Uniti, intende operare sul mercato mondiale.”